9 Feb

Buca Tuffi in Piscina

Buca per piscina Interrata

Buca Tuffi

Ciao! Oggi l’argomento del nostro articolo è la Buca tuffi in Piscina. Un argomento…sentito!

Molti dei nostri clienti , almeno il 40%, in fase di preventivo, ci chiede la Buca tuffi per la propria Piscina. E’ una cosa molto radicata, secondo la nostra esperienza almeno, tanto da fargli fare questa richiesta da subito. E noi…li ascoltiamo e portiamo la nostra esperienza. Partiamo dall’inizio.

La realizzazione.

Realizzare una buca tuffi all’interno di una Piscina è prettamente una questione edile. Generalmente si realizza la piattaforma con al suo interno un tronco di piramide rovesciato, con la punta verso il basso. Questo per diversi motivi.

La tipologia di piscina è il primo.

Solitamente le pareti delle piscina, siano esse costituite di acciaio che di blocchi di polistirolo o anche in cemento, hanno un’altezza totale che varia dai 140 ai 150 cm. Altezze superiori prevedono dimensioni (spessori) , per quello che riguarda le pareti, diverse. Si realizza quindi una platea al cui interno si scava un tronco di piramide lasciando il perimetro esterno alla stessa altezza per poter “poggiare” i pannelli o le pareti.

Il volume dell’acqua è il secondo.

Con questo sistema ho una zona più profonda per fare i tuffi, ma il volume totale della piscina aumenta di poco. Se realizzassi due altezze vere e proprie avrei un volume di acqua maggiore. Ciò vorrebbe dire, una pompa più potente, un filtro più grande, più rivestimento, più prodotti chimici ecc.

Piscina interrata con due altezze

Piscina con due altezza

 

Queste erano le considerazioni per quello che riguarda la sua realizzazione, ed il perché è fatta in un determinato modo. Ma ci sono altri fattori da considerare. Vediamo quali.

 

I giochi.

Esatto. I giochi. La voglia di giocare in una piscina è quasi, almeno nella nostra esperienza, allo stesso livello del relax. Chi ha bambini e una piscina, sa quanto gli piaccia giocare a palla , con i fucili ad acqua e tanto altro. Ecco che se ho una buca tuffi, magari con anche una scala interna, lo spazio di gioco è ridotto. Anche di molto.

 

Spazio per giocare in piscina

Spazio per giocare

Come si vede dalla foto qui sopra, lo spazio “pianeggiante” rimasto libero è veramente poco. Se io volessi posizionare per esempio una rete da pallavolo, farei fatica a giocare. Questo sia che la buca sia a “tramoggia” ( tronco di piramide rovesciato) sia che ci siano due livelli.

 

Piscina con doppia altezza e rivestimento in PVC

Piscina con doppia altezza

Una considerazione , le piscine che vedete nelle foto sono una (quella scura) 6×12 ed una (quella chiara) 7×14. Quindi sono piscine “importanti” come dimensioni. Questo solo per dire che la buca tuffi, qualunque essa sia, è bene pensarla solo su piscine da una certa misura (almeno 6×12) in su. Come accennavamo prima, la realizzazione è una opera prettamente edile. Il costo aggiuntivo per il costruttore di piscine è indicativamente quantificabile in 2.000 Euro. Il lavoro edile va invece quantificato ,come spesso diciamo, caso per caso perché è in funzione del terreno dove ci si trova, dei permessi richiesti ecc.

Se qualcuno si fa male.

Ecco questo è un punto di cui non è per niente bello parlare ma…lo dobbiamo fare. Oltre il metro e quaranta di altezza acqua è prevista la presenza del bagnino. Nelle piscine pubbliche. Ovvero quello condominiali, quelle dei B&B , quelle degli agriturismi ed ovviamente quelle comunali. Quindi? noi nel nostro giardino no. Sbagliato! O sarebbe meglio dire ni. Nel senso che finché va tutto bene…tutto bene. Nel momento che qualcuno si dovesse far male sarebbero dolori. Qualsiasi perito in assenza di normativa specifica , quindi sulle piscine private, si rifà alla normativa più “prossima” (quella delle piscine pubbliche). Ecco quindi che se fate , per esempio , una festa con i vostri amici e qualcuno si fa male (seriamente si intende) e scatta un controllo potrebbe emergere che era necessario avere il bagnino. In mancanza di questa figura professionale il responsabile è il proprietario dell’immobile. In toto. Questo “solo” per onor del vero ,secondo noi è giusto che chi compra abbia la completezza delle informazioni per poter scegliere liberamente.

P.S.: Resta inteso che intorno alla vasca è necessario avere gli avvertimenti sul rischio annegamento.

Quindi il mantra è quello solito…chiedete, chiedete e chiedete ancora. Il vostro fornitore deve essere anche un consulente in grado di aiutarvi nella scelta di quella “stanza in più” che sarà la vostra piscina.

Ciao a Tutti!

 

 

Accedi alla nostra area privata!

Iscriviti gratis e ottieni subito:

  • Le videoguide gratuite con approfondimenti sui prodotti e sulla gestione della tua piscina (nuovi video ogni mese).
  • Un codice sconto del 5% da usare sul nostro shop online.
  • La possibilità di accedere al nostro gruppo Facebook segreto per ricevere aiuto o consigli sulla tua piscina.
VOGLIO ACCEDERE ORA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.