17 Apr

Copertura estiva piscina interrata

Copertura per piscina

Copertura Estiva

La primavera è arrivata. Il sole inizia a farsi sentire e viene voglia di Piscina.

In questi mesi di “transizione” verso l’estate, la voglia di piscina aumenta ma, tante volte, il meteo è bello si ma la temperatura ancora un pò “freschina”.

Come fare? Semplice. Usando una copertura estiva per Piscina.

Costituita da un telo di polietilene alveolare, alla vista sembra il classico imballo “pluriball” che si può trovare in diversi prodotti, di colore azzurro da un lato, quello esterno, e argentato dall’altro, quello contro acqua.

Questo tipo di Copertura per Piscina ha da una parte una testata galleggiante, dall’altra degli occhielli in acciaio. In questo modo si può usare la testata galleggiante, generalmente di tessuto “mousse”, come testimone per arrotolare il telo nel caso in cui non vi sia un rullo avvolgitore. Generalmente nelle piscine più piccole, al di sotto di misure tipo la 3×7. Gli anelli di acciaio permettono l’aggancio a delle cinghie , fornite in dotazione al rullo di alluminio e acciaio su cui si avvolge il telo, che permettono un ancoraggio solido ad un rullo avvolgitore. Così facendo , tramite un comodo volantino posto all’estremità del rullo, si può facilmente scoprire la piscina senza faticare. Questo telo garantisce mediamente un aumento della temperatura pari a 3/5 °C. Il consiglio è quello di tenere coperta la piscina tutte le volte che non la si usa. E soprattutto di notte. 

Il lato argentato della Copertura estiva per Piscina funge da specchio ed impedisce ai raggi solari di uscire dalla vasca, aumentando così la temperatura. E’ anche utile per limitare l’evaporazione dell’acqua  diminuendo così i consumi della stessa ed anche dei prodotti disciolti al suo interno. Insomma un gradevole aumento della temperatura ed un risparmio idrico e di prodotti!! 

Un paio di considerazioni:

La Copertura Estiva per Piscina , come tutti i prodotti per piscina, nasce per stare in piscina si ma con valori dell’acqua considerati di Balneabilità. In casi di superclorazioni , in fase di apertura o chiusura della vasca, valori di PH molto bassi o molto alti il telo estivo può subire danni. Anche irreparabili.

E’ bene a fine stagione, come del resto per altri prodotti come i robot, i retini, tubi aspira fango ecc, sciacquare con acqua priva di cloro, far asciugare e poi riporre per l’inverno in un luogo riparato.

Un’ultima cosa. In stagione lasciare il telo avvolto sul rullo in pieno sole può essere dannoso. Il telo infatti “non sa dove si trova” e fa il suo lavoro di innalzare la temperatura anche avvolto su stesso sul rullo. Immaginate perciò un aumento di temperatura molto elevato, sono diversi strati di telo uno sopra l’altro, di un materiale plastico. Questo lo rende molto più “morbido” e soggetto a deformazioni. Oltre che molto più “disposto” ad essere aggredito dalle sostanze chimiche.

Perciò sarebbe meglio, quando il telo è avvolto sul rullo, o spostare il rullo, ne esistono con le ruote, in un posto al riparo dal sole. Oppure acquistare una copertura per il telo quando è avvolto sul rullo.

By Massimo Fava Vannini Aqua & Pool snc

telo rotto

Aggressione prodotti chimici

Accedi alla nostra area privata!

Iscriviti gratis e ottieni subito:

  • Le videoguide gratuite con approfondimenti sui prodotti e sulla gestione della tua piscina (nuovi video ogni mese).
  • Un codice sconto del 5% da usare sul nostro shop online.
  • La possibilità di accedere al nostro gruppo Facebook segreto per ricevere aiuto o consigli sulla tua piscina.
VOGLIO ACCEDERE ORA

Laura consiglia...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.