21 Lug

Il meteo e la piscina

Oggi volevamo affrontare un argomento che, secondo noi, è molto importante. Il meteo.

Questo elemento è spesso sottovalutato o, peggio ancora, tralasciato. L’acqua della nostra piscina è sensibile alle variazioni di temperatura ed alle variazioni metereologiche.

Il caso più comune è dopo un temporale. Durante il periodo estivo è possibile che periodi di grande caldo siano interrotti da temporali intensi e che causano drastici e consistenti cali di temperatura.

Tutto questo per l’acqua della piscina è uno stress. Stress che causa il degrado dell’acqua facendola diventare prima color panna e, se non si interviene in modo corretto e tempestivo, poi verde.

Altra condizione a cui prestare attenzine è il caldo elevato. Periodi molto lunghi di grande caldo fanno aumentare la temperatura dell’acqua. L’innalzamento della temperatura dell’acqua provoca un aumento di consumo di prodotto chimico per mantenere i valori di riferimento consigliati.

Il nostro consiglio è quello di effettuare analisi dell’acqua più frequenti, anche tre volte a settimana, e di tenere il valore del cloro alto (circa 1,5 ppm) e il valore del ph tra 7.0 e 7.2.  Altra cosa è quella di lasciare in funzione , se la pompa lo permette, l’impianto 24 ore al giorno fino allo schiarimento dell’acqua.

Nei casi più “gravi” può essere necessario effettuare un trattamento shock dell’acqua.

 

 

Accedi alla nostra area privata!

Iscriviti gratis e ottieni subito:

  • Le videoguide gratuite con approfondimenti sui prodotti e sulla gestione della tua piscina (nuovi video ogni mese).
  • Un codice sconto del 5% da usare sul nostro shop online.
  • La possibilità di accedere al nostro gruppo Facebook segreto per ricevere aiuto o consigli sulla tua piscina.
VOGLIO ACCEDERE ORA

Laura consiglia...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.